walkabout-ph.com logo

ALBANIA
"Figli di un est minore 1997 "
© Paolo Siccardi

© Paolo Siccardi - All rights reserved - Tutti i diritti sono riservati.
siccardi.walkaboutph@gmail.com

© Copyright 2020 - tutti i diritti sono riservati - all rights reserved. art. 70 della Legge 633/1941 sul diritto d'autore È vietata qualsiasi utilizzazione, totale o parziale, delle immagini e dei contenuti presenti nel sito www.walkabout-ph.com



I disordini in Albania del 1997, cominciarono con le rivolte di gennaio e febbraio, durante le quali le dure repressioni della polizia si alternavano alle feroci reazioni della popolazione nelle piazze. Ai primi di marzo, nell'Albania meridionale, e soprattutto nella città di Valona, le proteste diventarono violente quando molti civili aprirono i depositi di armi, prelevandone una grande quantità. La polizia di stato non fu più in grado di arginare la ribellione e così il Presidente della Repubblica, Sali Berisha, dichiarò lo stato d'emergenza.
I ribelli avanzarono distruggendo edifici governativi e uffici di polizia, senza però avere uno scontro armato diretto con forze dell'ordine o con militari albanesi. Già il 4 di marzo i ribelli avevano conquistato quattro città del Sud, senza incontrare una forte resistenza e, anzi, con l'appoggio della popolazione. Da lì giunsero infine a Tirana, la capitale. Solo una modesta parte del territorio albanese era ancora sotto il controllo dello Stato. Nelle zone settentrionali del paese si creò una situazione di anarchia, mentre nel meridione e nelle zone centrali (soprattutto Tirana, Durazzo, Valona, Elbasan, Lushnjë), il territorio era caduto nelle mani di diverse bande armate. A complicare la situazione intervenne anche la lotta tra i diversi gruppi di trafficanti, i cui scontri armati finivano con decine di vittime fra i civili. I depositi di armi erano stati saccheggiati in tutta l'Albania e la maggior parte degli albanesi erano armati.
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
1 / 39 ‹   › ‹  1 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
2 / 39 ‹   › ‹  2 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Profughi in fuga da Saranda verso Korfù in Grecia.
3 / 39 ‹   › ‹  3 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Profughi in fuga da Saranda verso Korfù in Grecia.
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
4 / 39 ‹   › ‹  4 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
5 / 39 ‹   › ‹  5 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
6 / 39 ‹   › ‹  6 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
7 / 39 ‹   › ‹  7 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.  La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
8 / 39 ‹   › ‹  8 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Cambista di valuta per la strada di Tirana
9 / 39 ‹   › ‹  9 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Cambista di valuta per la strada di Tirana
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Il posto di Polizia saccheggiato e dato alle fiamme dalle bande dei criminali.
10 / 39 ‹   › ‹  10 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Il posto di Polizia saccheggiato e dato alle fiamme dalle bande dei criminali.
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Il posto di Polizia saccheggiato e dato alle fiamme dalle bande dei criminali.
11 / 39 ‹   › ‹  11 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Il posto di Polizia saccheggiato e dato alle fiamme dalle bande dei criminali.
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
12 / 39 ‹   › ‹  12 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
13 / 39 ‹   › ‹  13 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
14 / 39 ‹   › ‹  14 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
15 / 39 ‹   › ‹  15 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
16 / 39 ‹   › ‹  16 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
17 / 39 ‹   › ‹  17 / 39  › pause play enlarge slideshow
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
18 / 39 ‹   › ‹  18 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. La Piramide a Tirana, museo della storia del Partito Comunista e di Enver Hpxha
19 / 39 ‹   › ‹  19 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. La Piramide a Tirana, museo della storia del Partito Comunista e di Enver Hpxha
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
20 / 39 ‹   › ‹  20 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
21 / 39 ‹   › ‹  21 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
22 / 39 ‹   › ‹  22 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
23 / 39 ‹   › ‹  23 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
24 / 39 ‹   › ‹  24 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Una Bibbia data alle fiamme per la strada di Saranda
25 / 39 ‹   › ‹  25 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Una Bibbia data alle fiamme per la strada di Saranda
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
26 / 39 ‹   › ‹  26 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Orfanotrofio di Saranda dove sono accolti 90 bambini abbandonati
27 / 39 ‹   › ‹  27 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Orfanotrofio di Saranda dove sono accolti 90 bambini abbandonati
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Orfanotrofio di Saranda dove sono accolti 90 bambini abbandonati
28 / 39 ‹   › ‹  28 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Orfanotrofio di Saranda dove sono accolti 90 bambini abbandonati
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
29 / 39 ‹   › ‹  29 / 39  › pause play enlarge slideshow
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
30 / 39 ‹   › ‹  30 / 39  › pause play enlarge slideshow
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
31 / 39 ‹   › ‹  31 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.  La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
32 / 39 ‹   › ‹  32 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
33 / 39 ‹   › ‹  33 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Porto di Valona
34 / 39 ‹   › ‹  34 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Porto di Valona
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
35 / 39 ‹   › ‹  35 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. Alcune mamme piangono i propri figli morti per nell’esplosione della base militare di Qafa Shatama nel villaggio di montagna di Selite
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
36 / 39 ‹   › ‹  36 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.  La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
37 / 39 ‹   › ‹  37 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
ALBANIA<br> "Figli di un est minore 1997 " <br> © Paolo Siccardi
38 / 39 ‹   › ‹  38 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali.  La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
39 / 39 ‹   › ‹  39 / 39  › pause play enlarge slideshow
Albania 1997, durante la rivolta popolare dovuta al crollo delle imprese finanziarie piramidali, il paese si è trovato allo sbando e nelle mani delle bande di criminali. La missione della Forza Multinazionale di Protezione autorizzata dell’Onu in Albania con l’invio di 7.000 soldati italiani nell'ambito dell'Operazione Alba, per ristabilire l'ordine nel paese. Militari italiani del San Marco per il controllo del porto a Valona
Share
Link
https://www.walkabout-ph.com/albania_figli_di_un_est_minore_1997_copy_paolo_siccardi-r13369
CLOSE
loading